<font color=red>[Impostare il Nome del Comune nella funzione Impostazioni Generali]</font>

Recupero del Forte di Santa Caterina. Giovedì a Favignana la premiazione dei partecipanti al concorso di idee

Pubblicata il 03/06/2018

Il Comune di Favignana incontra i progettisti del concorso di idee Art Prison, bandito assieme allo YAC (Young Architects Competitions) in collaborazione con l’Agenzia del Demanio, per il recupero della fortezza di Santa Caterina, con l’obiettivo di trovarne una destinazione d’uso vicina all’arte: da antico carcere a polo artistico museale, e non solo.
L’appuntamento, legato al progetto di recupero e valorizzazione del Forte di Santa Caterina, è in programma a Palazzo Florio a Favignana giovedì 7 giugno dalle ore 15.30 alle 20.
Alle 16, in apertura di lavori, si terrà una tavola rotonda sulla valorizzazione dei beni architettonici nel proprio contesto culturale ed ambientale; poi un focus sul Forte di Santa Caterina e l’esperienza del concorso di idee Art Prison.
Interverranno:
Francesca D’Amico, responsabile del Suap del Comune, che ha seguito l’iter del progetto di valorizzazione del Forte di Santa Caterina;
Enzo Patti e Alfonso Gammino, della libera associazione SCATERINA (Salviamo Santa Caterina). Patti, pittore, scenografo e poeta visivo di Favignana, vive a Palermo dove ha insegnato Scenografia all’Accademia di Belle Arti. E’ fondatore e animatore nel 2010 del Laboratorio Arte-Scatarina che ha avuto come obiettivo la promozione dell’immagine e della storia del forte di Santa Caterina, interessando il FAI che, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ha realizzato un video documentario sul castello-carcere. E’ illustratore del libro “Osso, Mastrosso, Carcagnosso” sulla leggenda dei tre cavalieri spagnoli che avrebbero inventato “le mafie” nelle celle sotterranee del carcere di Santa Caterina a Favignana.
Alessandro Cecchini, CEO YAC (Young Architects Competitions) che ha cooperato con numerose istituzioni pubbliche e private per l’organizzazione di concorsi di architettura, coinvolgendo progettisti di fama internazionale quali Peter Cook, Mario Cucinella, Manuel Aires Mateus, Patrick Schumaker e numerosi altri. Fra le sue principali collaborazioni, le più recenti sono con l’Agenzia del Demanio per la ri-funzionalizzazione della rete dei fari italiani, con Unindustria per la riqualificazione delle ex cartiere di Burgo, e con Automobili Lamborghini per la realizzazione di 2 landmark stradali presso gli stabilimenti della nota casa automobilistica. Per 3 anni docente presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna, è attualmente direttore generale presso la Fondazione Fashion Research Italy (www.fashionresearchtialy.org), dove è impegnato nella realizzazione di un polo didattico-museale di 7000 mq dedicato ai fashion studies.
Felix Perasso, Snøhetta che parlerà de “Il recupero delle architetture storiche nei progetti del concorso Art Prison”
Felix Perasso ha studiato architettura ad Innsbruck, ottenendo una borsa di studio per la sua tesi di laurea con relatore Patrick Schumacher. Ha conseguito un master con una tesi in merito alle possibili strategie percorribili per la riabilitazione di infrastrutture abbandonate, applicando tale ricerca su un progetto per la città di Genova. Collabora con lo studio OMA per un progetto sulla trasformazione dello storico grande magazzino KaDeWe a Berlino. Dopo un’esperienza biennale in numerose competizioni internazionali di architettura, è entrato a far parte dello studio Snøhetta dove è attualmente impegnato in numerosi progetti culturali. I suoi lavori sono stati esposti in occasione della 13esima edizione della Biennale di Architettura di Venezia, della Biennale di Architettura di Praga e presso il Museo Mart di Rovereto.
Emanuele Montibeller, Arte Sella, che interverrà su “Il dialogo tra architettura e paesaggio nei progetti del concorso Art Prison”. Montibeller fonda Arte Sella nel 1986, un progetto orientato a creare un luogo di incontro, scambio fra artisti e condivisione di idee che pone la Valsugana al centro di un dialogo internazionale tra creatività e mondo naturale. Direttore artistico e curatore di progetti culturali in Italia e all’estero per l’associazione Arte Sella, contribuisce alla creazione del percorso ArteNatura, itinerario boschivo costellato da opere realizzate da maestri dell’Art in nature quali Nils-Udo, Chris Drury, Patrick Dougherty, Michelangelo Pistoletto.
Nel corso del pomeriggio si terrà una tavola rotonda con i progettisti del concorso Art Prison e seguirà la Premiazione dei progetti vincitori.
Interverranno:
Team Simposio, progetto 1° classificato
Team Pentagram, progetto vincitore di una Menzione d’Onore
Team Valentina Longo, progetto vincitore di una Menzione Finalista
Si terrà, infine, un Focus su altre soluzioni progettuali in gara al quale interverranno:
Team ARX Fabrica
Team duecentonove
Team AreaUrbana & Ga_Shino
Team ARTE
Team EN PLEIN AIR
Dopo il dibattito ci sarà la consegna degli attestati e la conclusione dei lavori
L’appuntamento del 7 rappresenta il momento conclusivo di un iter lungo alcuni anni, in seguito al quale l’Amministrazione ha ottenuto la disponibilità del bene e ha poi iniziato a lavorarci per decidere come meglio conservarlo, ristrutturarlo e riconsegnarlo alla comunità.
 
Il Castello è stato consegnato al Comune di Favignana con la firma del verbale il primo ottobre 2015, quando, alla presenza del primo cittadino, Giuseppe Pagoto, dell’assessore all’Urbanistica, Lorenzo Ceraulo, del direttore dell’Agenzia del Demanio di Palermo, Elia Lasco e del funzionario, Giandomenico Scelfo, è stata ratificata la consegna del bene demaniale all’Amministrazione.
‘Art Prison’ è nata  dall’intuizione di approfittare di un contesto formidabile per trasformare il Forte di Santa Caterina in uno dei più suggestivi centri d’arte contemporanea del Mediterraneo: un luogo sublime di incontro, cultura e ricerca creativa, nel quale gli artisti possano ritirarsi per godere di un contesto inviolato e dare espressione alla più autentica essenza della propria interiorità.
 
La Giuria del concorso era composta da:
 
- Daniel Libeskind (Studio Libeskind)
 
- Manuel Aires Mateus (Aires Mateus)
 
- João Luís Carrilho da Graça (Carrilho da Graça Arquitectos)
 
- Felix Perasso (Snøhetta)
 
- Pietro Ciolino (Agenzia del Demanio)
 
- Giuseppe Pagoto (sindaco del Comune di Favignana)
 
- Francesca D’Amico (Comune di Favignana)
 
- Fernando Tomasello (Unione Nazionale Pro Loco Italiane)
 
- Giorgio Palmucci (Associazione Italiana Confindustria Alberghi)
 
- Emanuele Montibeller (Arte Sella)



 


Facebook Google+ Twitter