Comune di Favignana

Gusto e Salute: “Natura - Cultura e Cibo”. Buono il bilancio del convegno

Pubblicata il 15/06/2019
Dal 15/06/2019 al 30/09/2019

A cura degli organizzatori Giuseppe Marceca e Francesca Morichetti nell’isola di Favignana nella prestigiosa sede istituzionale di Palazzo Florio si è svolto il 15 giugno 2019 l’evento su Gusto e Salute: “Natura - Cultura e Cibo”. Il Convegno è stato ideato, organizzato e coordinato da Giuseppe Marceca e Francesca Morichetti, membri del Consiglio di Reggenza dell’ Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria (ASAS) di Roma, Ente morale costituito nel 1920, ed è stato promosso dal Comune di Favignana. L’obiettivo è stata la presentazione dei prodotti tipici del territorio, valorizzandone gli aspetti salutari e la produzione nel rispetto degli equilibri ambientali e delle tradizioni culturali. Hanno presenziato Giuseppe Pagoto Sindaco delle Isole Egadi, Giovanni Sammartano Assessore Attività Produttive, la Dott.ssa Giuseppa Montoleone Assessore alla Sanità e Istruzione Pubblica, il Prof. Gianni Iacovelli Presidente dell’ASAS, i Membri del Consiglio di Reggenza Prof. Giuseppe Marceca, Prof. Nicola Marinosci, Dr.ssa Francesca Morichetti, Dr.ssa Claudia Fontana, Prof. Giacomo Mangiaracina. Ha aperto i lavori il sindaco Pagoto, che ha espresso molto interesse per l’evento, l’importanza dei temi trattati per lo sviluppo produttivo, economico e sociale: a tale proposito ha auspicato l’istituzione di una “Fondazione delle Isole Egadi” per promuovere gli aspetti culturali, produttivi e un turismo più attento alla fruizione e al rispetto dell’isola. Il Prof. Gianni Iacovelli, Presidente dell’ASAS, ha espresso apprezzamenti molto positivi sulla bellezza dell’isola e delle sue risorse e ne ha ricordato l’importanza nella storia della Sicilia. Attraverso la pubblicazione di suoi testi e dalla sua esperienza didattica all’Università di Messina, come docente di Storia della Medicina, ha sottolineato l’impegno culturale e medico-scientifico nel diffonderne la conoscenza. Ha auspicato la collaborazione tra l’ASAS e il Comune di Favignana, anche in previsione dell’istituzione di una “Fondazione delle Isole Egadi” e la possibilità di promuovere eventi a Roma presso la sala Alessandrina, sede dell’ASAS, nel Complesso Monumentale S. Spirito in Saxia dell’XI secolo. Infine ha donato a Giuseppe Pagoto una sua opera storica in tre volumi sulla storia della medicina nel Mezzogiorno d’Italia, impostata su storia e personaggi di quanti medici, scienziati e ricercatori che dal Sud Italia, pur tra mille difficolta dell’epoca, hanno contribuito a dare un volto nuovo alla medicina contemporanea. Gli interventi dei produttori hanno riguardato: “Il tonno di di Favignana: tradizione e modernità”. Nino Castiglione ha evidenziato nella pesca del tonno le attuali grandi difficoltà, che il Comune di Favignana ben conosce. - “La carne di Favignana” di Aldo Sparta. Insieme all’assessore Giovanni Sammartano, ha parlato del suo allevamento di bovini, allevati allo stato naturale si alimentano di piante spontanee. Perciò le carni, macellate nell’isola, altra unicità isolana, hanno caratteristiche di elevata qualità. - “La ricetta” di Maria e Giovanna Guccione. Con una relazione “magistrale” ha narrato la filosofia che sottintende la loro lunga attività, del passato e ancora di oggi: l’obiettivo di trasmettere alle generazioni future il gusto del buon cibo, le tradizioni dell’isola con la storia del territorio, al fine di valorizzare l’identità Favignanese. - “Le 12 erbe di Favignana” Amaro digestivo di Umberto Rizza, farmacista, speziale ed esperto di fitoterapia. Ha trattato e proiettato belle immagini delle piante endemiche dell’isola, evidenziandone la rilevante biodiversità, attraverso un erudito itinerario naturalistico, in particolare sulle piante con cui ha prodotto l’Amaro Rizza, un liquore con proprietà toniche e digestive. - “L’esperienza dell’Azienda Agricola Biologica Terre del Favonio e il frantoio” di Ginevra La Cavera. Ha sottolineato l’importanza di una agricoltura che rispetti gli equilibri naturali, valorizzi le colture tipiche della zona, in particolare l’ulivo, antiche varietà di grani siciliani e vitigni autoctoni della produzione della sua Azienda Agricola. In particolare ha illustrato la produzione dell’olio di qualità, evidenziando le varietà delle olive autoctone, le tecniche di coltivazione e di raccolta. Ha parlato infine della necessità di realizzare un frantoio sull’isola, di cui ne ha presentato il progetto: e dell’attesa della gente isolana dell’autorizzazione. Tutto ciò al fine di poter effettuare, in tempi brevissimi dalla raccolta, la molitura che consente di ottenere una produzione di olio d’oliva di elevata qualità, con migliori caratteristiche nutrizionali e salutari. - “ Favinia, la viticoltura del mare” di Firriato Winery di Federico Lombardo di Monte Iato. L’agronomo dell’azienda vinicola, il Dr. Tanino Santangelo, ha parlato dei vitigni autoctoni, la rilevante importanza del fattore ambientale e le tecniche di coltivazione per vini di qualità. Sono inoltre intervenuti: - il prof. Giacomo Mangiaracina, medico. Ha ricordato la sua prima esperienza nel 1976 a Favignana alle prese con una emergenza medica, raccontata nel suo libro “Le ragioni del filo” uscito l’anno scorso. - Ignazio Dario Tortorici, Grazia Noto e Pietro Tortorici. Una proiezione delle bellissime fotografie delle Isole Egadi, realizzate dallo zio Antonio Noto “Artista d’immagine”, di cui è stata commemorata la figura di uomo e artista. Si è accennato anche all’intenzione da parte del comune di Favignana dell’acquisizione di tale patrimonio culturale. - Il dr. Salvatore Livreri Console, Direttore dell’Area Marina Protetta 'Isole Egadi' ha ribadito l’importanza della conservazione della natura e la necessità di uno sviluppo delle produzioni agricole nel rispetto della ecosostenibilità ambientale. L’evento si è concluso con una tavola rotonda sugli aspetti salutari dell’ alimentazione mediterranea di Favignana con l’intervento del Prof. Nicola Marinosci, Membro del Consiglio di Reggenza dell’ASAS, che ha trattato l’alimentazione nell’antichità e nel secolo scorso. A metà Convegno il “Caffè” è stato offerto dal Bar Uccio, Piazza Madrice 84 Favignana. Il Convegno è stato seguito con vivo interesse fino alle 14,30 da una grande affluenza di pubblico, che ha riempito la Sala Consiliare oltre la normale capienza.


Facebook Google+ Twitter